News

Lunghe code all’ingresso del Porto

Cna e Confartigianato sollecitano soluzioni per gli autotrasportatori

11 maggio 2017
Perdura la situazione di difficoltà all’ingresso del Porto della Spezia vissuta quotidianamente dagli autotrasportatori. CNA Fita e Confartigianato Trasporti intervengono in nota congiunta sul tema anche a seguito di un incontro svolto con il Prefetto della Spezia e di quelli avviati con l’Autorità di Sistema Portuale.

“Non ci sono traffici legati alla movimentazione delle merci tali da giustificare le code all’ingresso del Porto, - spiegano in nota congiunta le due associazioni di categoria – non si comprende pertanto il perdurare di tale disagio. Ogni mattina gli autotrasportatori trovano diversi Gates chiusi e sono costretti ad affrontare dalle due alle tre ore di coda prima di riuscire ad entrare nell’area portuale. Secondariamente si trovano ad attendere le movimentazioni prioritarie legate alle navi e ai treni e dunque i tempi d’attesa si dilatano.


Dopo ore di sosta forzata la rabbia diventa sconforto visto che il tempo è denaro anche per i mezzi su ruota, e non solo, il fatto di dover impiegare troppe ore per l’attesa delle operazioni di carico e scarico porta gli autisti a consumare così inattivamene le ore di guida e di lavoro a disposizione, rischiando anche sanzioni in caso di verifica da parte degli organi di controllo. Siamo tutti consapevoli delle difficoltà e dei limiti infrastrutturali dell’area portuale, – concludono le associazioni di categoria - ma manteniamo la speranza che si possano condividere soluzioni rapide contro il rischio dell’aumento dell’esasperazione degli autotrasportatori, così come è stato fatto tramite la creazione di una corsia preferenziale per i vuoti in uscita lo scorso autunno, che ha mitigato tale aspetto altrettanto problematico”.

TAG: 

Pagina generata in 0.26293802261353 secondi