News

Incontro di approfondimento su decreto legislativo 136 del luglio 2016 relativo al “distacco transnazionale”.

Proseguono gli incontri formativi e di approfondimento sulle normative utili agli artigiani e imprenditori promossi e svolti nella sede della CNA della Spezia in via padre Giuliani n.6.

18 dicembre 2017
Grazie alla partecipazione della direttrice dell’Ispettorato del Lavoro Sara Tarabella e dell’ispettore Bruno Nobile si è svolto ieri un incontro di approfondimento su decreto legislativo 136 del luglio 2016 relativo al “distacco transnazionale”.

Il decreto legislativo fornisce particolari indicazioni per il distacco transnazionale comunitario, recependo la Direttiva 2014/67/UE. Il distacco dei lavoratori può avvenire tra due imprese con sede in Italia, oppure, può realizzarsi travalicando i confini nazionali.

Il nuovo quadro di regole fornisce maggiori tutele ai lavoratori assicurando l’applicazione delle medesime condizioni di lavoro e di occupazione. Le imprese associate lamentavano, prima dell’entrata in vigore di queste norme, che le concorrenti estere utilizzassero diversi parametri. A seguito del decreto sono state definite regole stringenti relative al costo orario ed altri adempimenti in linea con le disposizioni nazionali relativi a cassa edile, INPS e INAIL.

Il decreto legislativo prevede sanzioni gravose e compito dell'ispettorato è svolgere un ruolo repressivo e preventivo a tutela delle imprese che operano osservando le regole.

In sala erano presenti i referenti di tante imprese edili ed impiantisti del territorio e il Presidente dell’Unione Costruzioni Cna la Spezia Marco Mariotti.

Il confronto e l’approfondimento relativo a normative fondamentali per il lavoro delle imprese svolto grazie alla partecipazione degli organi ispettivi che svolgono controlli e sanzioni è un appuntamento importante di informazione per le imprese che operano con attenzione e osservazione delle leggi. Attività che la normative tutelano se applicate, perché chi è fuori norma rappresenta un concorrente sleale, soprattutto in un mercato un drogato da chi è disposto a lavorare sottocosto, mettendo a repentaglio la sicurezza e non rispettando i contratti di lavoro .

Pagina generata in 0.31429004669189 secondi