News

Contributi e credito: uno sguardo alle misure attive

ne parla il referente dello sportello credito CNa La Spezia Giacomo Fiore

19 maggio 2017
“A sostegno delle imprese sono attive delle misure concrete, - spiega Giacomo Fiore referente dell’Ufficio Credito CNA della Spezia – per questo è fondamentale avere un quadro delle possibilità esistenti, e sfruttare i tempi utili per usufruire delle risorse. I nostri uffici sono sempre a disposizione per consulenze o aiuto nel predisporre le pratiche. - Entrando nel merito, prosegue Fiore - Per le imprese del settore artigiano è possibile richiedere un finanziamento con agevolazione Artigiancassa che consiste nella restituzione del 2% degli interessi e dello 0,50 sul costo della garanzia Confart. L’impresa richiedendo tale agevolazione potrebbe ottenere un finanziamento prossimo al tasso ZERO. L’agevolazione può essere richiesta, sia per liquidità che per investimenti, già effettuati e/o futuri”.

Per le sole imprese artigiane della Regione Liguria esistente una misura aggiuntiva: “Le imprese artigiane ubicate nei comuni dell’entroterra o in possesso del marchio “ Artigiani in Liguria”, possono richiedere un ulteriore contributo a fondo perduto del 30% dell’investimento ammissibile, fino ad un massimo di 10.000,00 euro. – Spiega il referente del Credito CNA – I Comuni dell’entroterra interessati sono: Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Calice di Cornoviglio, Carro, Carrodano, Maissana, Pignone, Riccò del Golfo, Rocchetta Vara, Sesta Godano, Varese Ligure e Zignago. Mentre il marchio “Artigiani in Liguria” riguarda lavorazioni artigianali di nicchia liguri, che rappresentano i più significativi e antichi mestieri del territorio, conservati grazie alla professionalità degli esperti e abili artigiani. Si tratta di un riconoscimento rilasciato dalla CCIAA, che certifica la professionalità degli esperti e abili artigiani ed è possibile richiederlo tramite gli uffici del CNA. Il marchio comprende cinque certificazioni di prodotto (ardesia della Val Fontanabuona, damaschi e tessuti di Lorsica, filigrana di Campo Ligure, sedia di Chiavari, velluto di Zoagli), e dieci certificazioni di processo: arte orafa, ceramica, cioccolato, composizione floreale, ferro battuto e altri metalli ornamentali, gelateria, panificazione, pasta fresca, restauro artigianale, vetro. Recentemente, sono stati aggiunti ulteriori quattro disciplinari di produzione: lavorazioni in pelle, moda e accessori, materiali lapidei, tappezzeria in stoffa".

“Per tutte le imprese che intendono avviare una pratica per liquidità, investimenti, scoperto di C/c e anticipo fatture, possono richiedere la presenza del Confidi Confart che garantisce il 50% del finanziamento. – Conclude Giacomo Fiore – Il Centro Assistenza Cna, offre alle imprese associate un servizio di consulenza e di assistenza per verificare la correttezza delle pattuizioni e degli oneri finanziari applicati ai rapporti di C/c. Sulla base della documentazione fornita dall’azienda, si provvede ad analizzare il rapporto di C/c e gli impegni fideiussori in essere. Il report di Check-up bancario viene consegnato all’azienda associata a titolo gratuito”.

Il servizio è seguito dagli uffici credito, per informazioni contattare: Giacomo Fiore 0187/598073 - fiore.sp@cna.it, Stefania Costa 0187/598072 – costa.sp@cna.it .

Pagina generata in 0.2333550453186 secondi