News

CONOE: partite le nuove regole per l'applicazione e il versamento del contributo

Sono entrate in vigore il 01/07/2017 ma il CONOE ha previsto un mese di fase transitoria.

6 luglio 2017
Ad aggiornamento sulle nuove regole per l'applicazione ed il versamento del contributo CONOE per i produttori e/o importatori di oli e grassi vegetali ricordiamo che le imprese che sono unicamente produttori di rifiuti costituiti da oli e grassi vegetali ed animali esausti le quali partecipano al Consorzio, assolvendo di conseguenza all’obbligo normativo, per il tramite della CNA.

Le imprese che sono direttamente coinvolte nel nuovo obbligo di applicazione del contributo ambientale sono i produttori/importatori di oli e grassi vegetali ed animali ad uso alimentare destinati a diventare rifiuto, con riferimento alle sole utenze professionali.

Il contributo si applica alla prima cessione sul mercato nazionale a titolo oneroso o gratuito dell’olio o del grasso. Tuttavia, mediante un’autodichiarazione o la sottoscrizione di accordi, si può attuare lo spostamento del punto di prelievo verso altri operatori della filiere (confezionatori, commercianti all’ingrosso ecc.).

Data la novità dell’adempimento, e le tempistiche ristrette, il CONOE ha definito una procedura transitoria semplificata per l’applicazione del contributo, prevedendo al contempo l’esonero dall’applicazione del contributo CONOE per le cessioni effettuate fino al 31 luglio 2017, nell’ipotesi in cui l’azienda non sia riuscita ad adeguare le proprie procedure aziendali o i propri sistemi informatici.
Oltre a quanto appena indicato, la procedura transitoria introduce inoltre le seguenti novità:
- la possibilità di applicare ed esporre il contributo in fattura a decorrere dal 1 agosto 2017;
- il valore del contributo commisurato al litro;
- la possibilità di procedere alla richiesta di spostamento del punto di prelievo mediante un’autodichiarazione dell’operatore interessato, da comunicare al CONOE ed al soggetto che sarebbe responsabile del pagamento del contributo a norma di legge;
- la possibilità di applicare, per l’anno 2017, in questa prima fase operativa, a tutte le cessioni di olio e grasso una percentuale forfettaria pari al 30 % del quantitativo immesso in commercio senza attivazione di procedure di rimborso. In caso di cessione da parte dei confezionatori o di operatori a valle dei confezionatori, il quantitativo del 30% è calcolato al netto delle confezioni escluse dall’applicazione del contributo.

Riportiamo nuovamente le principali esclusioni dall'applicazione del contributo, per tipologia di oli e grassi o perché sotto una determinata soglia quantitativa ad es:
• OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
- SEMPRE ESCLUSO SE IN CONFEZIONI FINO A 5 LITRI;
- SEMPRE ESCLUSO OLTRE I 5 LITRI, fatto salvo il caso in cui sia dimostrato che il suo impiego o la sua gestione determinano la produzione di rifiuti.
• ALTRI OLII E GRASSI
– OLIO DI OLIVA IN CONFEZIONI FINO A 5 LITRI;
– olio vegetale in confezioni fino ad 1 litro;
– grassi animali e vegetali in confezioni fino a 500 grammi;
– oli e grassi animali e vegetali DOP e IGP, e prodotti con questi confezionati;
– oli e grassi animali e vegetali, e prodotti con questi conservati, oggetto di vendita diretta da parte delle imprese agricole;
– oli e grassi animali e vegetali prodotti per autoconsumo;
– oli e grassi animali e vegetali destinati ad usi diversi da quello alimentare (es. energetico);
– oli e grassi animali e vegetali, e prodotti con questi conservati, destinati al mercato diverso da quello nazionale.

Pagina generata in 0.24299097061157 secondi