News

CNA FITA e Confartigianato Trasporti intervengono sul transito dei mezzi pesanti lungo la statale della Cisa nel Comune di Santo Stefano Magra.

31 gennaio 2017
Le associazioni di categoria di rappresentanza dell'autotrasporto, CNA FITA e Confartigianato Trasporti, intervengono congiuntamente sull'aggravarsi della problematica relativa al transito dei mezzi pesanti lungo la statale della Cisa nel Comune di Santo Stefano Magra.
Come previsto la situazione di progressivo blocco del transito degli autotreni e degli autoarticolati tramite ordinanze di interdizione nei comuni di Aulla, Vezzano e Arcola genera disagio al territorio di Santo Stefano Magra. Come già era stato spiegato se ogni Comune adotta il metodo della ordinanza di interdizione come risoluzione del problema lo sposta su percorsi stradali alternativi senza né mitigarlo né trovarne un esito.
Tutte le problematiche esposte dai Sindaci sono comprensibili, in primis quelle relative alla sicurezza dei cittadini, ma ricordiamo che trovare soluzioni allo spostamento dei mezzi pesanti in un'ottica di sicurezza tutela anche l'autotrasportatore.
Abbiamo richiesto formalmente un incontro con la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti e, a conclusione delle Feste, la Prefettura ci ha confermato l'istituzione di un tavolo di confronto tra i Comuni, Provincia, Anas e associazioni di categoria. In modo tale da arrivare a scelte organiche, razionali e condivise che tengano conto delle esigenze legate alla logistica delle zone portuali e industriali, per evitare così la decongestione di un luogo a discapito di un altro.
Auspichiamo che sia possibile, viste le problematiche e i disagi, arrivare ad un concreto piano strategico verso l'attenuazione della problematica e la collaborazione fra i territori anche se il nodo della questione resta la conformazione del sistema infrastrutturale.

TAG: 

Pagina generata in 0.21929407119751 secondi