News

Bagnasco, referente CNA Levanto, su tassa di soggiorno

6 novembre 2017
Marco Bagnasco portavoce CNA per il territorio di Levanto interviene in merito all’approvazione definitiva dell’introduzione dell’imposta di soggiorno e il relativo regolamento di attuazione che si è svolta lo scorso 25 ottobre durante la seduta del Consiglio Comunale.

«Auspichiamo che Comune di Levanto possa diventare un modello nell’investire i proventi della tassa in valorizzazione e promozione turistica, - spiega Bagnasco -, in maniera tale da fare diventare l’imposta coordinata anche con i Comuni vicini. Per i titolari d’imprese ricettive, che concretamente richiedono tale obolo al visitatore, è fondamentale che le progettualità realizzate tramite la riscossione di questo contributo siano mirate e ben identificabili. Per questo è importante che le entrate e uscite dei proventi della tassa siano comprovabili, tramite un capitolo unico e dedicato a bilancio di entrata e di spesa».

«In merito alla destinazione delle risorse ricavate dalla tassa, - conclude Bagnasco -, in linea con le indicazioni da rispettare in adesione al patto per lo sviluppo strategico del turismo in Liguria, confidiamo in progetti specifici come l’ampliamento dell’orario d’apertura al pubblico dell’Ufficio Turistico, il potenziamento e la manutenzione della rete sentieristica e/o iniziative di promozione. Riteniamo che progetti annuali e Identificabili possano essere spiegati meglio al turista, per questo siamo contrari all’utilizzo di tali risorse in opere pubbliche alle quali magari riescono ad apportare un supporto economico solo parziale».

Pagina generata in 0.20219802856445 secondi